LO SPECCHIO DEL VAMPIRO

Secondo la Leggenda i vampiri temono la verità degli specchi, intesi come speculum capaci di far ravvivare le immagini interne, tanto più temibili laddove reclamano l’autenticità e la spontaneità. Tipico del narcisista patologico è usare il partner come uno specchio gratificante, che gli procura continua ammirazione. Quando lo specchio rivela una qualche imperfezione e cioè quando il partner reclama un comportamento più amorevole, consapevole, responsabile ecco che allora va manipolato, punito e distrutto.
Dal libro “Se l’amore diventa un inferno” di Pier Pietro Brunelli.

IL VAMPIRO…
Quando lo incontri è un uomo gentile, colto, affascinante… profondo. Capisce immediatamente la tua fragilità, la tua solitudine o qualsiasi punto debole che gli serva come porta per entrarti dentro e prendere possesso della tua anima. Una volta seduto al centro del tuo cuore incomincerà il suo lavoro. Prima renderti completamente dipendente, intrappolandoti in un rapporto simbiotico nel quale tu diventi sempre più solo l’appendice sottomessa dei suoi desideri dominanti. Il vampiro narcisista subodora il tuo tratto dipendente e lo sfrutta, prima appagando i tuoi bisogni affettivi ed emotivi e poi, una volta “agganciata”, togliendoti lentamente tutto.
Cosa vuole un narcisista perverso? Vuole il tuo amore incondizionato, vuole qualcuno che accondiscenda in tutto ai suoi bisogni, vuole dimostrare al suo ego bisognoso di conferme continue che al mondo esiste una persona che è in grado di piegarsi a tutti i suoi desideri pur di non perderlo, che lo ama come una madre amorevole in modo incondizionato, come solo una madre sa amare. Allora incomincia a manipolarti in modo da farti imparare subito come funziona lo pseudo rapporto con lui: l’unico modo per non perderlo è sottometterti al suo volere o al suo capriccio, ai suoi sbalzi d’umore, alle sparizioni improvvise e senza spiegazioni, ai suoi giudizi taglienti, ai suoi rimproveri, alle umiliazioni in pubblico, all’ipercontrollo e alla gelosia asfissiante, al sesso talvolta aggressivo, alla mancanza di affetto, alle bugie, alle denigrazioni al tuo corpo, ai continui rimproveri su ciò che fai e come lo fai, alle aggressioni verbali, alle botte.
E più tu resterai all’inferno nonostante tutto il dolore che ti infligge, più si sentirà potente… onnipotente… ed è esattamente ciò che cercava…
Si nutrirà di tutto il bene che gli doni come fornitura narcisistica per nutrire l’ego e stare bene, auto confermandosi in un’immagine grandiosa di sé non realistica che maschera una personalità con un nucleo fragile ed emotivamente compromesso.
E quando avrà preso tutto di te e ti avrà corrosa lentamente alla base dell’autostima, quando non avrà più linfa vitale da suggere, si stancherà di te e cercherà un nuovo e fresco rifornimento narcisistico. Devi sapere che ti lascerà con un pretesto assurdo e senza fondamento. Ti butterà via, disprezzandoti fino al punto di farti credere che abbia ragione, ti distruggerà con aggressività e violenza brutale e poi sparirà completamente. La persona alla quale avevi donato tutto, la persona per la quale hai rischiato tutto, improvvisamente ti scarterà lasciandoti come un sacco vuoto in mezzo ad una strada trafficata. E rialzarti a quel punto ti sembrerà impossibile e richiederà uno sforzo sovrumano per non cedere alla tentazione di farti semplicemente investire e sparire per sempre.
Il vampiro si nutre della tua energia vitale per diventare più forte e continuare a vivere la sua vita immortale ma misera. Se sei stata vittima di un rapporto tossico e sei stata vampirizzata ora sarai certamente in una fase depressiva e hai bisogno di aiuto. Sospendi ogni giudizio su di te e sull’altro, ora sei confusa stanca e senza forze. Fatti aiutare da uno specialista, ne esistono di bravi anche nei consultori. Leggi, informati, scrivi su blog come questo dove puoi incontrare persone che ti facciano compagnia nel dolore. Sappi che non sarà sempre così… sappi che diventerai più forte, che ti rialzerai, che imparerai cose preziose su di te… sappi che ti capisco… sappi che andrà meglio di come ti senti in questo momento… sappi che questo dolore non durerà per sempre…intanto esisti e resisti.

3 pensieri riguardo “LO SPECCHIO DEL VAMPIRO

  1. No nessuna lotta di genere….lo so anche agli uomini capita…il tu a cui mi riferisco è universale…l’ angolo prospettico è il mio specifico di donna ma la riflessione in sé non ha genere….

    "Mi piace"

  2. Lo specialista è solo la guida che ti aiuta nel viaggio di conoscenza di come “funzioni”….la psicoanalisi è un ” lavoro” che fa l’ analizzante non il terapeuta…”lavorare” alla conoscenza di sé con qualcuno di esperto può aiutare a non fuggire nell’ idealizzazone di sé.

    "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Crea il tuo sito web con WordPress.com
Crea il tuo sito
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: